Ghigo Roli fotografo


766703_C.jpg
Modena: statua dell'Arcangelo Gabriele sul timpano del transetto centrale del Duomo e, sullo sfondo, la Torre Civica.

Modena: statua dell'Arcangelo Gabriele sul timpano del trans...

91006_020+.jpg
Firenze, Galleria degli Uffizi: La Nascita di Venere. Dipinto a tempera su tela di lino (172 cm × 278 cm) di Sandro Botticelli, è opera databile al 1482-1485 circa e fu realizzata per la villa medicea di Castello. Contrariamente al titolo con cui l'opera è nota, essa non raffigura la nascita della dea, ma il suo approdo sull'isola di Cipro.Venere avanza leggera fluttuando su una conchiglia (simbolo fin dall'antichità della vulva) lungo la superficie del mare increspata dalle onde, in tutta la sua grazia e ineguagliabile bellezza, nuda e distante come una splendida statua antica. Viene sospinta e riscaldata dal soffio di Zefiro, il vento fecondatore, abbracciato a un personaggio femminile con cui simboleggia la fisicità dell'atto d'amore, che muove Venere col vento della passione. Forse la figura femminile è la ninfa Clori, forse il vento Aura o Bora.Sulla riva una fanciulla, una delle Ore che presiede al mutare delle stagioni (in particolare la Primavera),  porge alla dea un magnifico manto rosa ricamato di fiori per proteggerla. Essa rappresenta la casta ancella di Venere ed ha un vestito setoso riccamente decorato con fiori e ghirlande di rose e fiordalisi, i fiori che la dea Flora trovò vicino al corpo dell'amato Cyanus.La posa della dea, con l'equilibrato bilanciamento del "contrapposto", deriva dal modello classico della Venus pudica (cioè che si copre con le braccia il seno e il basso ventre) e Anadiomene (cioè "emergente" o nascente dalla spuma marina), di cui i Medici possedevano una statua classica fin dal 1375 citata da Benvenuto Rambaldi. Il volto pare che si ispirasse alle fattezze di Simonetta Vespucci, la donna dalla breve esistenza (morì a soli 23 anni) e dalla bellezza "senza paragoni" cantata da artisti e da poeti fiorentini.La Nascita di Venere è da sempre considerata l'idea perfetta di bellezza femminile nell'arte.

Firenze, Galleria degli Uffizi: La Nascita di Venere. Dipint...

90109_020.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli otto pennacchi della volta, con Venere che ordina a Cupido di lanciare una freccia. Ai lati due vele con amorini.Affresco di Raffaellino del Colle su disegno di Raffaello (1517-18).

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli o...

90109_018.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: il Convitto Nuziale di Amore e Psiche al centro della volta. È la scena conclusiva dell'intero ciclo.L'affresco, disegnato da Raffaello, è opera di Giovan Francesco Penni (1517-18) .

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: il Convitto...

90109_0017.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: il Concilio degli Dei al centro della volta. Psiche, ingiustamente perseguitata, viene infine accolta con benevolenza da consesso degli dei.L'affresco, disegnato da Raffaello, è opera di Giovan Francesco Penni (1517-18) .

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: il Concilio...

90109_016.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: una delle vele della volta, con Amorini. Concepite da Raffaello, le vele sono opera dei suoi allievi (Raffaellino del Colle, Giovan Francesco Penni, Giulio Romano, Giovanni da Udine (1517 - 18).

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: una delle v...

90109_015.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: una delle vele della volta, con Amorini. Concepite da Raffaello, le vele sono opera dei suoi allievi (Raffaellino del Colle, Giovan Francesco Penni, Giulio Romano, Giovanni da Udine (1517 - 18).

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: una delle v...

90109_014.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: una delle vele della volta, con Amorini. Concepite da Raffaello, le vele sono opera dei suoi allievi (Raffaellino del Colle, Giovan Francesco Penni, Giulio Romano, Giovanni da Udine (1517 - 18).

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: una delle v...

90109_013.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: una delle vele della volta, con Amorini e Cerbero.Concepite da Raffaello, le vele sono opera dei suoi allievi (Raffaellino del Colle, Giovan Francesco Penni, Giulio Romano, Giovanni da Udine (1517 - 18).

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: una delle v...

90109_012.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: una delle vele della volta, con Amorini. Concepite da Raffaello, le vele sono opera dei suoi allievi (Raffaellino del Colle, Giovan Francesco Penni, Giulio Romano, Giovanni da Udine (1517 - 18).

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: una delle v...

90109_011.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli otto pennacchi della volta, con Mercurio. Affresco di Giulio Romano su disegno di Raffaello (1517-18)

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli o...

90109_010.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli otto pennacchi della volta, con Giove che consola Cupido. Affresco di Giulio Romano su disegno di Raffaello (1517-18).

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli o...

90109_009.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli otto pennacchi della volta, con Cupido e le Grazie. Affresco di Giulio Romano su disegno di Raffaello (1517-18).

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli o...

90109_008.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli otto pennacchi della volta, con Mercurio e Psiche. Affresco di Giovan Francesco Penni su disegno di Raffaello (1517-18)

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli o...

90109_007.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli otto pennacchi della volta, raffigurante Psiche con Venere e Giunone. Affresco di Giulio Romano su disegno di Raffaello (1517-18)

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli o...

90109_006.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli otto pennacchi della volta, con Psiche che presenta a Venere l'urna contenente la bellezza di Proserpina. Affresco di Giulio Romano su disegno di Raffaello (1517-18)

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli o...

90109_005.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli otto pennacchi della volta, con Psiche che ritorna dagli inferi, trasportata da Amorini. Affresco di Giulio Romano su disegno di Raffaello (1517-18)

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli o...

90109_004.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli otto pennacchi della volta, con Venere sul carro trainato da bianche colombe. Affresco di Giulio Romano su disegno di Raffaello (1517-18)

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli o...

90109_003.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli otto pennacchi della volta, con Venere e Giove. Affresco di Giovan Francesco Penni su disegno di Raffaello (1517-18)

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: uno degli o...

90109_002.jpg
Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: veduta della volta. Al centro del complesso sistema figurativo spiccano le grandi rappresentazioni del Concilio degli dei e del Convito nuziale, (di Amore e Psiche) tra finti arazzi tesi tra festoni. Nei peducci si trovano i vari episodi delle Storie di Amore e Psiche. Nelle vele sopra le lunette putti con gli attributi delle varie divinità.Gli affreschi (1917-18) sono opera di Raffaello e dei suoi allievi (Raffaellino del Colle, Giovan Francesco Penni, Giulio Romano, Giovanni da Udine). Gli affreschi vennero sicuramente disegnati da Raffaello, ma la stesura spetta soprattutto alla sua scuola. La presenza degli intrecci vegetali accresce il senso di continuum della loggia con il giardino; vi sono riconoscibili la bellezza di circa duecento specie botaniche, soprattutto domestiche, tra cui anche numerose piante importate dalle Americhe, scoperte solo pochi anni prima.

Roma, Villa Farnesina, Loggia di Amore e Psiche: veduta dell...

90109_001-.jpg
Roma, Villa Farnesina: Veduta della Loggia di Amore e Psiche.Nella loggia è dipinto il ciclo con le Storie di Amore e Psiche, tratte da Apuleio, opera di Raffaello e dei suoi allievi (Raffaellino del Colle, Giovan Francesco Penni, Giulio Romano, 1517-1518), in cui le scene sono inserite in un intreccio di festoni vegetali, opera dell'altro allievo Giovanni da Udine. Gli affreschi vennero sicuramente disegnati da Raffaello, ma la stesura spetta soprattutto alla sua scuola. La presenza degli intrecci vegetali accresce il senso di continuum della loggia con il giardino; vi sono riconoscibili la bellezza di circa duecento specie botaniche, soprattutto domestiche, tra cui anche numerose piante importate dalle Americhe, scoperte solo pochi anni prima.Al centro del complesso sistema figurativo spiccano le grandi rappresentazioni del Concilio degli dei e del Convito nuziale, tra finti arazzi tesi tra festoni. Nei peducci si trovano i vari episodi delle Storie di Amore e Psiche. Nelle vele sopra le lunette putti con gli attributi delle varie divinità.Le peripezie di Psiche ripercorrono la medesima travagliata salita sociale di Francesca Ordeaschi, amante di Agostino Chigi, che da cortigiana si elevò al rango di moglie legittima del banchiere.

Roma, Villa Farnesina: Veduta della Loggia di Amore e Psiche...

90109_001-B.jpg
Roma, Villa Farnesina: Veduta della Loggia di Amore e Psiche.Nella loggia è dipinto il ciclo con le Storie di Amore e Psiche, tratte da Apuleio, opera di Raffaello e dei suoi allievi (Raffaellino del Colle, Giovan Francesco Penni, Giulio Romano, 1517-1518), in cui le scene sono inserite in un intreccio di festoni vegetali, opera dell'altro allievo Giovanni da Udine. Gli affreschi vennero sicuramente disegnati da Raffaello, ma la stesura spetta soprattutto alla sua scuola. La presenza degli intrecci vegetali accresce il senso di continuum della loggia con il giardino; vi sono riconoscibili la bellezza di circa duecento specie botaniche, soprattutto domestiche, tra cui anche numerose piante importate dalle Americhe, scoperte solo pochi anni prima.Al centro del complesso sistema figurativo spiccano le grandi rappresentazioni del Concilio degli dei e del Convito nuziale, tra finti arazzi tesi tra festoni. Nei peducci si trovano i vari episodi delle Storie di Amore e Psiche. Nelle vele sopra le lunette putti con gli attributi delle varie divinità.Le peripezie di Psiche ripercorrono la medesima travagliata salita sociale di Francesca Ordeaschi, amante di Agostino Chigi, che da cortigiana si elevò al rango di moglie legittima del banchiere.

Roma, Villa Farnesina: Veduta della Loggia di Amore e Psiche...

50809_0809---.jpg
Modena, Duomo (Cattedrale di S. Maria Assunta e S. Geminiano): la navata centrale e la controfacciata viste dalla cripta.

Modena, Duomo (Cattedrale di S. Maria Assunta e S. Geminiano...

50675_0001.jpg
Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Porta della Pescheria, con scene del ciclo bretone e i cavalieri di Re Artù. Particolare dell'archivolto con due cavalieri in arme: Calvariun (Galeschin?) e Che (Kay).

Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Por...

50673_0001.jpg
Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Porta della Pescheria, con scene del ciclo bretone e i cavalieri di Re Artù. Particolare raffigurante Carrado che esce dalla torre e affronta due cavalieri armati e identificati come Galvaginus (Gawain) e Galvariun (Galeschin?),

Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Por...

50671_001.jpg
Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Porta della Pescheria, con scene del ciclo bretone e i cavalieri di Re Artù. Particolare della liberazione di Ginevra con il castello in cui è prigioniera, circondato da un fossato pieno d'acqua. A sinistra è Wimlogee (Ginevra), a destra Mardoc (Meleagant), il suo carceriere.

Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Por...

50670_001-.jpg
Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Porta della Pescheria, con scene del ciclo bretone e i cavalieri di Re Artù. Il primo cavaliere in basso è Lancillotto (Isdernus), il secondo è Artù (Artus de Bretani). Burmaldo (Burmaltus) esce dalla torre armato di ascia per affrontare i tre cavalieri.

Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Por...

50668_0001.jpg
Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Porta della Pescheria, con scene del ciclo bretone e i cavalieri di Re Artù. Particolare con un cavaliere non identificato e Lancillotto (Isdernus).

Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Por...

50667_0001a-.jpg
Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Porta della Pescheria, con scene del ciclo bretone e i cavalieri di Re Artù. Al centro la liberazione di Ginevra (Winlogee) e, ai lati, cavalieri armati e identificati da iscrizioni con il loro nome.

Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Por...

50667_001-.jpg
Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Porta della Pescheria, con scene del ciclo bretone e i cavalieri di Re Artù. Al centro la liberazione di Ginevra (Winlogee) e, ai lati, cavalieri armati e identificati da iscrizioni con il loro nome.

Modena, Duomo, fianco settentrionale: l'archivolto della Por...

50620_0001-.jpg
Modena, Duomo: La Porta della Pescheria, sul fianco settentrionale della Cattedrale.

Modena, Duomo: La Porta della Pescheria, sul fianco settentr...

50175_001.jpg
Modena: il fianco sud del Duomo (Cattedrale di S. Maria Assunta e S. Geminiano) con la Porta dei Principi e la Porta Regia.

Modena: il fianco sud del Duomo (Cattedrale di S. Maria Assu...