Ghigo Roli fotografo


Gaudenzio Ferrari

Opere di Gaudenzio Ferrari, pittore e scultore rinascimentale particolarmente attivo in Lombardia e Piemonte, che viene considerato uno dei maggiori esponenti dell’arte italiana del Cinquecento: gli affreschi della Chiesa di S. Maria delle Grazie a Varallo Sesia, della Chiesa di S. Cristoforo a Vercelli, del Santuario della Beata Vergine dei Miracoli a Saronno con lo splendido gruppo di angeli musicanti.

20235_0297.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0296.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0295.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0293.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0292.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0291.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0290.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0289.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0288.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0287.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0286.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0285.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0284.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0283.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0282.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0281.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0279.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0277.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0275.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0274.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0273.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0272.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0270.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0269.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0267.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0266.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0265.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0264.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0261.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0260.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0259.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...

20235_0257.jpg
Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupola del transetto con il grande affresco "Assunzione della Beata Vergine", meglio noto come "Coro di angeli musicanti" vera e propria allegoria del Paradiso, affrescata da Gaudenzio Ferrari a partire dal 1534.A raffigurare il Paradiso è essenzialmente la moltitudine delle presenze angeliche, poste a far da corona al volto di Dio e ad accogliere l'arrivo della Vergine.Gli angeli musicanti  compongono la più variegata orchestra di strumenti a corde ed a fiato ed a percussione che mai sia stata dipinta.Si possono contare ben cinquantasei diversi strumenti musicali, i più riconoscibili come strumenti antichi, altri usciti dalla fantasia dell'artista. Si riconoscono i seguenti strumenti: alpenhorn (corno delle Alpi), altobasso, arpa, bombarda, cimballini o piccoli piatti, cornamusa, cornetto, flauto (dolce e traverso), flauto di Pan o siringa, ghironda, lira, liuto, nyastaranga, organo portativo, ribeca, viella, salterio o cetra, tamburo e tamburello, timpani, triangolo, tromba, viola.Particolare.

Saronno, Santuario della Beata Vergine dei Miracoli: la cupo...